Grandi Autori Dimenticati Da Anni: in breve, g.a.d.d.a.

La penna è il sismografo del cuore

La penna è il sismografo del cuore

Vedete, solo la narrativa è in grado di fotografare i momenti di passaggio tra due epoche. Lo scrittore vero possiede in dote uno strumento interiore che gli consente di intercettare vibrazioni e cambiamenti attorno a lui. Lo diceva Kafka, mica...

Emilio Salgari, la penna spezzata

Emilio Salgari, la penna spezzata

Il 25 aprile di 110 anni fa si toglieva la vita uno degli scrittori più prolifici e famosi dell’Italia del secolo scorso, il veronese Emilio Salgari. Il mito dei suoi personaggi è ancor oggi più vivo che mai tra graphic novel, canzoni e romanzi...

La provincia secondo Landolfi

La provincia secondo Landolfi

I miei romanzi sono nati in provincia, né saprei fare altro. Senza la mia città, la mia terra, son certo che mi verrebbe meno l’ispirazione. Sono convinto che qualunque storia che valga la pena di venir raccontata in provincia abbia un...

Il tamburo e la bambola

Il tamburo e la bambola

«Nessuno dovrebbe descrivere la propria vita se non ha la pazienza, prima di datare la propria esistenza, di commemorare almeno la metà dei suoi avi». Così il protagonista de «Il tamburo di latta», il folgorante esordio di Günter Grass...

Un’amena biblioteca in un volume

Un’amena biblioteca in un volume

Francamente non ricordo perché mai a poco più di vent’anni io abbia acquistato «Centuria» di Giorgio Manganelli (Rizzoli 1979). Sarà stata la copertina, direte voi. Acqua. L’illustrazione non invitava a prima vista, roba giapponese, valla a...

Il quinto vangelo di un povero cristiano

Il quinto vangelo di un povero cristiano

Concludi «Il quinto evangelio» di Mario Pomilio (Rusconi 1975, oggi disponibile presso L’Orma editore) e la domanda è d’obbligo: ma da dove salta fuori questo romanzo straordinario? Sembra una di quelle montagne che all’improvviso si ergono...

Il Gattopardo nostro contemporaneo

Il Gattopardo nostro contemporaneo

San Pellegrino Terme, luglio 1954: Lucio Piccolo viene indicato quale promessa della poesia da Eugenio Montale. Tutti si aspettano un baldo giovanotto e si trovano invece al cospetto di un barone siciliano che ha passato i cinquanta. Un tipo...

Giuseppe Berto e il suo Male oscuro

Giuseppe Berto e il suo Male oscuro

Allergico alla combriccola di Moravia e soci, dalla quale viene cordialmente disprezzato, stimato da Hemingway, iscritto fin da giovane al partito di coloro che si ostinano a stare dalla parte che ritengono giusta, cioè contro tutto e tutti...

Il padrone sono me

Il padrone sono me

Finisce una guerra – e che guerra – e di lì a poco comincia una dittatura: prova te a viverci in mezzo! Roba da non capirci più niente. A meno di non essere Alfredo Panzini, grandissimo scrittore e saggista nato a Senigallia nel 1863...

La Donna “Tipo tre”

La Donna “Tipo tre”

A volte leggere apre orizzonti: non dico i classici, o libri per forza conclamati e famosi. No, parlo di titoli magari ignoti, libri che ci sono contemporanei anche se indubbiamente passati di moda, anzi proprio per questo. Così accade con il...