Tra parentesi

Marcos Breder la pensa così: ci sono libri più e meno importanti, e dunque non li puoi mettere tutti sullo stesso livello. Serve un codice semplice e condiviso: la matematica gli viene in soccorso e il gioco è fatto. Con una libreria così, però, facile che ti concentri più sul gioco che sulle copertine. E’ come una cornice che la sa più lunga del quadro. Ma una cornice, mi sembra chiaro, deve portare l’attenzione sul quadro, mica rubargliela. A meno che il quadro sia una crosta, nel qual caso la cornice risulta sprecata.

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2011/10/tra-parentesi/

3 commenti

1 ping

    • Edo il 7 Gennaio 2012 alle 15:58
    • Rispondi

    Ma in Italia si trova questa libreria? Hai già visto dove?

    • Claudio Calzana il 21 Ottobre 2011 alle 14:51
    • Rispondi

    Certo, quello va segato via, minimo.

    • mariangela il 21 Ottobre 2011 alle 13:04
    • Rispondi

    Bella, bellissima! Me ne sono innamorata. Ma senza quell'insulso vasetto al centro!

  1. […] rappresentare visivamente che non tutti i libri sono uguali. Un po’ come in quest’altro esempio che avevo a suo tempo segnalato: là era la qualità a farla da padrone, qui, invece, il libro è […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.