Tag: Carlo Emilio Gadda

Quante storie per una remora!

Carlo Emilio Gadda si definiva scrittore anticipista e remorante. Il primo termine richiama il fatto che, spinto da perenni e «miserrime configurazioni argentarie», l’ingegnere era solito chiedere anticipi mensili sui diritti di romanzi che giurava e spergiurava di consegnare a brevissimo, cosa che regolarmente si guardava bene dal fare. L’attitudine deriva dall’altro termine, remorante, che …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/quante-storie-per-una-remora/

Le «Camere» di Tondelli

Con «Camere separate» nel 1989 Pier Vittorio Tondelli concludeva la sua carriera letteraria, nel dicembre del 1991 se ne sarebbe andato a soli 36 anni stroncato dall’Aids. A legger d’un fiato i suoi quattro romanzi non bisogna scordare che un intero decennio divide «Altri libertini» (1980) dalla sua ultima prova: nel primo libro andava in …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2019/02/le-camere-di-tondelli/

La lingèra

Liggera, o lingera, sempre con l’accento grave sulla e, sta per malavita milanese. Ma donde derivi questo termine non è chiaro, ovvero si sprecano le ipotesi. A dar retta al Gadda, che ne sa eccome, “La “lingèra” è la teppa, la malavita: in una sfumatura piuttosto blanda e scherzosa. il ‘lingèra’ è il teppista, il …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2013/10/la-liggera/

Nardoso secondo Carlo Emilio Gadda

In un racconto di Gadda, Navi approdano al Parapagàl, lo si trova ne L’Adalgisa, si legge quanto segue: «..sotto la lucentezza nardosa de’ capegli si percepiva di leggieri un’adolescenza alla flanellina, e al rosbiffe». Ora, sorvolando sull’adolescenza «alla flanellina, o al rosbiffe”» compendio di una vita e insieme capolavoro, come non arrestarsi di fronte a …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2013/10/nardoso/

Ribobolo?

Se ne incontrano eccome di parole sante in quel castello d’energia ch’è la prosa del Gadda. Ti vien voglia di imitarla, quando leggi, così ti perdi e non sai più ove ristai. Insomma, ribobolo, che mai è costui? Par sia motto, proverbio arguto, breve ed efficace, vivace e pungente. Ecco come discende il maestro in …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2013/04/ribobolo/

eBook, titoli e letture

Faccio seguito alla promessa di ieri: che leggo io sull’eBook reader? Domanda da riformulare, così ci capiamo: che cosa rileggo sull’eBook reader? Esatto, rileggo: sono andato in cerca di libri che già posseggo e che per un verso o l’altro mi va di rileggere. I classici, insomma, quelli che non ti deludono mai perché già …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2012/06/6158/

Gadda e il Bepi, moccoli e mucì

Il più recente cd del Bepi resterà allegato a L’Eco di Bergamo ancora per qualche giorno (qui un breve video in cui il Bepi presenta il suo lavoro). A mio avviso si tratta del disco più maturo del musicista di Rovetta, che quest’anno sta mietendo allori come presentatore del “Bepi Quiss”, una trasmissione tagliata su …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2012/04/gadda-e-il-bepi-moccoli-e-muci/

Intignazzato

Come è noto la prosa di Gadda è irta e affascinante, ricca di vocaboli che sono uno spettacolo. È il caso di questo passo del «Pasticciaccio»: «Il palazzo dell’Oro, o dei pescicani che fusse, era là: cinque piani, più il mezzanino, intignazzato e grigio». Ad attirarmi è intignazzato, che sta per ridotto in cattivo stato, …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2012/03/intignazzato/