Razzente

Razzente

A parer mio, è una delle espressioni più affascinanti – e misteriose – di tutta la lingua italiana. Razzente, significa frizzante e viene riferito prevalentemente al vino. Per estensione, racchiude tutto ciò che ha un aroma profondo e...

Pasqua 1911, il primo volo su Bergamo

Pasqua 1911, il primo volo su Bergamo

«Il buon pubblico bergamasco sarà chiamato ad assistere ad uno dei più grandi, magnifici ed emozionanti spettacoli che si siano fino ad ora avuti sul bel cielo di Bergamo. Dovunque è fervore di vita e d’aspettazione». Così il foglio locale nel...

La benedizione delle uova

La benedizione delle uova

Giovedì sera le campane sono state legate, torneranno a far sentire la loro voce soltanto domani. Oggi, Sabato Santo, la tradizione prevede – o forse dovremmo parlare al passato – la benedizione delle uova colorate. Un tempo le si...

Pasqua, tempo di pulizie

Pasqua, tempo di pulizie

Me le ricordo eccome le pulizie di Pasqua, è un privilegio dell’età. In quei giorni si dava l’addio all’inverno e si assaporavano nuova luce e vita, tutt’uno con la festa religiosa. Le stanze venivano svuotate d’ogni arredo, i materassi portati...

Un passo sulle scale

Un passo sulle scale

L’altro giorno ho chiacchierato a lungo con un ex alunno, Massimo Pedrini. E intanto che snocciolavamo i rispettivi destini, lui in quel di Parigi, io ovviamente stanziale, sono andato in cerca del suo primo libro di poesie, «Io sono la mia...

La giusta distanza

La giusta distanza

Una mia chiacchierata a sfondo artistico con gli amici del Mufant, il Museo del Fantastico di Torino, Davide Monopoli e Paolo Bertolini. Tema, una frase di Ennio Flaiano, a mio avviso perfetta per leggere il tempo che stiamo vivendo: «Le...

Dante A Distanza

Dante A Distanza

In occasione della prima ricorrenza dedicata all’Alighieri, mi va di ricordare un episodio alquanto lontano nel tempo. Correva l’anno della mia maturità e una supplente prese il posto del titolare di italiano. Ebbene, a noi non parve all’altezza...

Non era meglio Girolamo Zanchi?

Non era meglio Girolamo Zanchi?

Con la visita odierna di Draghi qui a Bergamo, la cosa è diventata di pubblico dominio: il parco della Trucca, che ospita il Bosco della Memoria, è intitolato a Martin Lutero, faccenda che proprio non riesco a spiegarmi. Eppure il nome ha...

Ho fallito, chiedo scusa

Il generale Gustave Perna facile che non lo conoscete. Eppure è il comandante in capo della distribuzione dei vaccini in America, diciamo l’Arcuri a stelle e strisce. Ecco, qualche giorno fa ha chiesto pubblicamente scusa (l’americano, mica...

La giusta distanza

La frase dell’anno la traggo dal «Diario notturno» (1946) di Ennio Flaiano. Suona così, semplicemente: «Le tragedie, come i quadri, vogliono la giusta distanza».  

Ringraziamento

Ringraziamento

In vista del giorno del Ringraziamento il New York Times ha pensato bene di chiedere ai suoi lettori un motivo per dire grazie a un anno così complicato come il 2020. Ebbene, è stato letteralmente sommerso di messaggi, a riprova che la speranza...

Quel dolce nome

Quel dolce nome

Vien da pensare che non sia la colpa il tema prevalente dell’ultimo romanzo di Mario Schiani, Quel dolce nome (Giovane Holden Edizioni). Eppure, entro la cornice di una stanza d’ospedale, veniamo a sapere che il protagonista ha commesso qualcosa...