Dopo il siculo scatto, l’amico Enzo contribuisce di nuovo alla mia ricerca “antropologica” su cartelli e affini. In questo caso ci propone una bella miscela di sacro e profano. [ccalz]

Claudio, mi sono ricordato di un’insegna che ho fotografato in Terra Santa quest’anno, e precisamente a Cana di Galilea. SI tratta di un piccolo villaggio alle porte di Nazareth. Qui, secondo l’evangelista Giovanni, Gesù avrebbe compiuto il suo primo miracolo: la trasformazione dell’acqua in vino durante una festa di nozze. In realtà tutta l’attività di Gesù in Galilea è posta sotto il tema dell’abbondanza: i pesci pescati nel lago di Tiberiade, i 7 pani e i 7 pesci, il vino… Nei pressi della chiesa di Cana che ricorda il miracolo, vi è un ristorante che vive ancora dei resti di quell’abbondanza.

 

2 Comments

  • Claudio Calzana Posted 3 Settembre 2011 18:43

    Si vede che per prossimità ai luoghi santi sono più elastici e leggeri di noi.

  • Laura Posted 2 Settembre 2011 17:04

    ma qui scherzano coi santi!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *