Alla fine dei libri


A proposito del dibattito sempre attuale che vaticina la fine dei libri, per non dire dei giornali, ecco qui un bookend che non delinea scenari apocalittici, ma semplicemente sta per “fermalibri”: gli anglosassoni in certe cose sono immediati, per non dire basici. Questo bookend offre una valida soluzione per tenere in ordine tutti quegli opuscoli fascicoli roba volante che si rischia di perdere per strada, e naturalmente consente ai libri di stare belli ritti, come si conviene. Un’idea semplice semplice, di quelle che ti domandi come hai fatto a non pensarci tu.

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2011/07/alla-fine-dei-libri/

4 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Claudio Calzana il 15 Luglio 2011 alle 12:08
    • Rispondi

    Questi li metto in vetrina magari domani. Tra qualche minuto guarda quello che ho programmato in usciat per oggi.

    • mariangela il 15 Luglio 2011 alle 11:06
    • Rispondi

    Lo so… sono kitch… Ma a me piacciono! 🙂

    http://www.paolochiari.it/frame_catalogo.htm

    • Claudio Calzana il 15 Luglio 2011 alle 10:28
    • Rispondi

    E va beh, a volte vince il bello, altre l'utile. E l'utile sarà anche triste, però funziona e delle volte persino piace.

    • mariangela il 15 Luglio 2011 alle 08:33
    • Rispondi

    Mi piace? Non mi piace? Bah… mica mi piace tanto… Mi pare un po' triste. Da ufficio del commercialista.

Rispondi a Claudio Calzana Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.