Libri al palo

Il fatto che gli italiani leggano poco è un tormentone assodato. Una nuova ricerca Istat conferma che gli italiani leggono fino ad un massimo di 3 libri l’anno. C’è anche un dato confortante: il 15,2% sono lettori “forti” (che in un anno leggono 12 o piu’ libri), di cui 1/5 ha oltre 65 anni. Come leggere questi dati? Prima riflessione, niente di nuovo sotto il sole. Due: non sarebbe male capire perché le cose così stanno. Tre: altro tema interessante potrebbe essere quando leggiamo. Cioè, in quale periodo della vita, ma anche della giornata, ovvero della settimana, per non dire dell’anno. Un dato così ci aiuterebbe a capire su quali leve fare forza. Quattro: leggere non è un obbligo, non lo prescrive il dottore. Quindi deve nonsocome diventare un piacere, ovvero occorre chiarire che leggere fa bene, ovvero serve per andare avanti al meglio. Slogan: chi non legge resta al palo. E quasi quasi mi figuro lo spot.

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2010/05/libri-al-palo/

2 commenti

    • Claudio Calzana il 16 Maggio 2010 alle 11:19
    • Rispondi

    Di sicuro!

    • Silvia P. il 16 Maggio 2010 alle 10:49
    • Rispondi

    Mi sa che sono gli aNobiiani a tenere alta la media!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.