«

»

Ago 04 2014

Lurco come un tedesco

abbuffata-1024x839 (1)
C’è niente da fare. Quando una parola nasce in un certo modo, anzi in un certo contesto, lì spesso si rassegna a stare. Prendete lurco, che deriva dal latino lurco, che sta per ghiottone, ingordo, avido. In Dante, per dire, lo trovate subito accostato ai tedeschi, chissà mai perché. “E come là tra li Tedeschi lurchi…” (Inf. XVII, 21). Uno magari si convince che è per la rima con burchi, con ‘sta storia delle terzine a volte Dante si prepara delle trappole da solo, dalle quali esce peraltro con strepitosa eleganza e magia. Ma come la mettiamo con il Carducci? “La primavera in fior mena tedeschi / Pur come d’uso. Fanno pasqua i lurchi / Ne le lor tane, e poi calano a valle”. Poveri tognini, sarà per quella pancia talvolta sformata dalla birra (Bierbauch dicono loro), sarà che quando ci si mettono spazzolano niente male. Il fatto è che dal Risorgimento con i crucchi ce l’abbiamo a morte, allora non si perdeva occasione per pennellarli: il Niccolini parla di “Lurchi Alemanni”, il D’Annunzio della minaccia del lurco imperatore. Più oltre Saba: “Tutto mi portò via il fascista abietto / ed il tedesco lurco”. E Gadda? In un certo passo della Cognizione, cucchiaio e patate sono fusi in un’unica pasta per il lurco che ingoia. Ma poi si scopre che persino il Corti del “Cavallo rosso” impiega l’aggettivo: “Resta il fatto che, per quanto lurchi, i tedeschi sono soldati tremendamente efficienti” afferma Ambrogio, uno dei giovani protagonisti del libro. Insomma, l’ingordigia, l’avidità, la voracità sono proprie dei tedeschi fin dai tempi dell’Alighieri. Quanto meno per noi italiani, che con i crucchi abbiamo un rapporto non sempre facile, anzi. Nonostante il romanticismo tedesco, la Porsche e certe birre, magari.
 

Permalink link a questo articolo: http://www.claudiocalzana.it/2014/08/lurco-come-un-tedesco/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>