Niellare?

Porta sigarette in argento niellato 

Sì, mi rendo conto che l’espressione che ho usato ieri è oscura. E vi confesso che quando l’ho incrociata nel libro di Notari l’ho dovuta cercare anch’io sul miracoloso Battaglia, per cui eccomi alla spiega.
Niellare sta per lavorare artisticamente una superficie metallica, in genere di materiale pregiato. Una volta incisa, la lastra viene cosparsa di una miscela polverizzata e infine posta sulla fiamma, non viva, ma sufficiente a far sciogliere la miscela e a far risaltare il disegno. Poi la lima e la raschia levano il superfluo, facendo risplendere l’opera.
Ora, riprendete il passo di Notari: i maschi sono niellati dalla donna tipo tre, ovvero segnati, incisi, scavati; e poi messi a fuoco lento sulla fiamma, fino a modellare il disegno che questa nuova figura della modernità – la donna che lavora, che sta fuori casa, la donna emancipata, diremmo noi – che la donna tipo tre ha previsto per loro. Me li vedo, i poveretti, confusi da qualcosa di imprevedibile e nuovo. Niellati: potenza di un’immagine, potenza di una parola santa.
 

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2010/12/niellare/

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Claudio Calzana il 16 Dicembre 2010 alle 22:34
    • Rispondi

    Senta, parli per lei, per favore.

    • Paola il 16 Dicembre 2010 alle 22:34
    • Rispondi

    Ma come? Non siete voi il sesso forte? :-)))

    • Paolo il 16 Dicembre 2010 alle 22:34
    • Rispondi

    Siamo fritti! 🙂
    http://www.facebook.com/notes/paolo-giacomini/pollo-fritto/471520326316

    • Claudio Calzana il 16 Dicembre 2010 alle 22:33
    • Rispondi

    Agli ordini, mio generale…

    • Paola il 16 Dicembre 2010 alle 22:33
    • Rispondi

    Ragazzi, non fate le vittime… :))

    • Claudio Calzana il 8 Dicembre 2010 alle 15:53
    • Rispondi

    Perfetto, che dire di più? Se poi ci aggiungiamo i soggettini, ovvero i pargoli, siamo proprio cotti a puntino.

    • Paolo G. il 8 Dicembre 2010 alle 15:52
    • Rispondi

    Claudio, mi son cercato l'etimo che son maniaco di 'ste robe. "Niello" – "Nigellum" – "Niger": Nero. Ovvero le femmine non solo ci hanno cotto a puntino ma, addirittura, ci han "fatto neri". Pure. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.