Torino, libreria a domicilio

Secondo me solo a Torino la potevano pensare una libreria che ti viene a trovare a casa. E lo dico convinto, perché Torino è una città attenta alle piccole cose, compassata e nello stesso tempo ricca di umanità e ironia tutta subalpina (alla Felice Andreasi, per capirci, comico straordinario scomparso proprio il giorno di Natale del 2005).
Davide Ruffinengo ha fondato questa libreria con l’idea che che se i lettori non vanno in libreria, il libraio va casa per casa, dando ai clienti tutto il tempo necessario per capitare e valutare le proposte di lettura. Sotto sotto c’è l’intuizione che di libri occorre parlare, raccontare, affabulare. Il libraio si dedica al suo acquirente, ovviamente avendo letto i libri che propone, e non solo quelli; il libraio instaura un rapporto uno a uno con il lettore, rapporto che è l’esatto opposto del Club del Libro, che pure tanto merito ha e ha avuto nel diffondere la lettura nel nostro Paese: non libri standard per tutti, ma a ciascuno il SUO libro. Grazie, Davide, di questo stupendo pensiero.

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2009/12/torino-libreria-a-domicilio/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.