«

»

Dic 29 2012

Paola, la recensione a Esperia


Dopo avermi inviato uno splendido disegno raffigurante il Curnis e la Ona, due personaggi del mio “Esperia”, Paola mi racconta come le pare il romanzo. Che a quanto leggo le è piaciuto proprio, e di questo la ringrazio di cuore. Quanto a Esperia2 e al film, chi lo sa, magari ci si potrebe pure pensare…. A risentirci, Paola. [ccalz]

A lettura ultimata posso dire che è un romanzo decisamente piacevole, per certi aspetti romantico, con il sapore del giallo e sorpresa finale, oltre che istruttivo per aver riportato in uso espressioni e modi di dire ormai dimenticati. Curato nei minimi dettagli, sei stato maestro nella descrizione degli eventi, divertente nei paragoni. Pagina dopo pagina, accompagni il lettore in un tuffo nel passato come un perfetto padrone di casa.
Devo dire che, contrariamente a quanto sembrava all’inizio, il gentil sesso non ne esce affatto bistrattato anzi…
Consiglio a tutti di leggerlo, ai più vecchi per ricordare, ai più giovani per sapere.
Con un po’ di nostalgia, non ho potuto fare a meno di “rivivere” certi episodi dell’infanzia come chiamare la Nèta alla finestra o vedere il Beppe che sistema i motori a orecchio; grazie per questo. Ti auguro di avere un riscontro superiore alle tue aspettative; nel frattempo, potresti pensare a Esperia2 e magari, visto che un’esperienza l’hai già avuta, al film.
Complimenti e buona serata.
Paola
 

Permalink link a questo articolo: http://www.claudiocalzana.it/2012/12/paola-la-recensione/

2 pings

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>