Antico, eppure attualissimo, questo frammento poetico dello scrittore e pittore ucraino Taras Hryhorovyč Ševčenko (1814-1861).

Risorgeranno gli uomini. Periranno

i re prima d’essere concepiti…

E sulla rinnovata terra

non vi sarà più il despota maligno,

e ci sarà il figlio, e sarà la madre,

e ci saranno uomini sulla terra.

(Traduzione dall’ucraino di Giovanna Brogi)


Per chi volesse ricevere la mia newsletter mensile.

2 Comments

  • Sara Posted 25 Febbraio 2022 18:43

    Una parola sola può fare la differenza: pace. Altrimenti la tragedia sarà inevitabile

    • claudio calzana Posted 26 Febbraio 2022 23:19

      La tragedia è già in corso, e temo durerà a lungo. Lo zar va colpito nei suoi interessi più tangibili, facendo traballare il suo consenso interno e dubitare chi si è arricchito grazie a lui. Non sarà facile, non sarà breve

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *