Gabrio citando Meneghello

Mario Sironi, Composizione con figure, albero e casa

Mario Sironi, Composizione con figure, albero e casa


Ecco quel che mi ha scritto Gabrio a proposito dei miei libri. Lo riporto un po’ per vanità, che il commento è parecchio bello, un po’ perché mi dà carburante per le prossime prove, anzi conforta eccome, un po’ perché magari spinge qualcuno di voi a fare altrettanto, o quasi. In ogni caso: grazie Gabrio, a rileggerti. [ccalz]

Caro Claudio, ho cominciato a leggere i tuoi romanzi dal lunedì successivo al nostro incontro e l’altro ieri li ho finiti, l’uno dopo l’altro. E mi è rincresciuto non ce ne fosse un terzo da cominciare. Mi è piaciuto pressoché tutto. L’organizzazione della struttura narrativa, la bella invenzione delle trame, ma, soprattutto, la scelta del registro di scrittura e lo stile. Una prosodia coinvolgente e riflessiva insieme e uno stile pacatamente ironico, dietro cui traspare una matura melanconia per come sono le cose della vita (alcuni brevi passaggi sulla morte, per es., pudicamente diluiti nella narrazione, mi hanno molto colpito). Inoltre, nel secondo romanzo (che ho letto per primo) mi pare tu sia riuscito a far sentire il contesto dialettale (suoni, organizzazione e persino lessico del dialetto) dei dialoghi, pur facendo parlare i personaggi in un buon italiano. Una tecnica, mi pare, che Meneghello chiamava “del trasporto” e che usava magistralmente nei suoi libri. Insomma: bravo! Ti saluto e spero a presto. Ciao. Gabrio
 

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2014/06/gabrio-citando-meneghello/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.