Gian Paolo Serino, recensione a Lux

mo_22_672-458_resize Mi ha chiamato una mattina sul presto per farmi i complimenti. È Gian Paolo Serino, critico letterario, ideatore della rivista on line Satisfiction, firma delle maggiori testate italiane, in particolare de Il Giornale, e collaboratore di Radio 101, dove ogni martedì in diretta dalle 14 alle 15 parla di libri. L’altro giorno ha dedicato a Lux questa lusinghiera recensione, accostandomi nientemeno che al Tessa, autore che adoro. Tenete conto che Serino di certo non le manda a dire: se un libro non gli piace lo bastona; e considerato che predilige autori ben più ruvidi di me, ecco, la soddisfazione è perlomeno doppia, per non dire al cubo. Del mio Lux scrive tra l’altro: “Coniugando verità storiche a personaggi inventati, a fine lettura si ha l’ impressione di non aver perso tempo (sempre più facile anche nel caso di scrittori di gran nome) e di voler continuare tra le pagine invisibili dell’immaginazione. In poche parole ci si affeziona ai protagonisti inventati da Calzana, il che, di questi tempi, non è davvero poco”. Ancora: “Calzana mette sulla scena della carta dei protagonisti di provincia che non sfigurerebbero tra i ‘soliti ignoti’ di Mario Monicelli: una commedia umana che non manca di un’ ironia che, in molti passaggi, diventa una satira anche dei giorni nostri”. Insomma, ecco a voi l’intera recensione, che leggerla vale proprio la pena. E grazie ancora, GPS.
 

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2015/09/gian-paolo-serino-per-lux/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.