Sembra facile!

 

 
Ve lo ricordate lo spot della moka Bialetti? Ebbene, il summenzionato mi è tornato in mente ieri in città alta. Ero di fretta, come sempre, parcheggio impossibile (idem come sopra) e allora vado dritto al centralissimo parcheggio presidiato da umani, altro che parchimetri. Quando torno per recuperare la vettura, però, mi rendo conto che non posso pretendere di pagare con la carta: da buon pioniere in tasca ho giusto quei due spicci in caso di disperazione. Eh, provate voi, sembra facile andare in giro a contanti zero.
Nel mentre l’addetto è già lì che verga la ricevuta. La prendo larga.
– E’ che sarei un pioniere…
Imperturbabile, stacca il foglietto.
– Cioè, a Bergamo stiamo facendo un esperimento, per pagare usiamo solo la carta di credito.
– 5 e 50, fa lui
– No, ecco, al momento…
– Qui no carta.
Capisco che oltre lo scoglio Pos c’è quello della lingua.
– 5 e 50, ribadisce.
– Non so se ci arrivo…, ripiego io.
E in quel mentre mi sovviene la moneta da supermercato, quella che tutti teniamo in macchina altrimenti il carrello non te lo mollano.
– Un attimo, dico.
Dal cruscotto recupero ben 2 € e 50, che sommati a quelli che ho in tasca fa 4 e 50.
– Ho questi – faccio sul vergognoso andante – certo, potrei andare al bancomat e…
– Oggi sconto, fa lui con un’occhiata di sufficienza alla mia auto dirigenziale.
Sipario.
 

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2015/05/sembra-facile-3/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.