Succede a Bergamo

donizetti-via-alla-stagione-di-prosa-in-scena-toni-e-peppe-servillo_0e729dee-5603-11e3-8d41-2043cea9f93f_display
Ecco, succede a Bergamo che Luigi Ceccarelli, direttore artistico della stagione teatrale del Donizetti e del Sociale in questi anni, lasci l’incarico, o per meglio dire lo stesso venga meno. E nel farlo invia all’Eco una lettera ricca di orgoglio per quanto fatto e di affetto per questa terra talvolta brusca e legnosa, ma calda di passioni sotto pelle e di voglia di fare. Purtroppo non sempre pronta a dar ascolto a chi, giunto da fuori, si candida e propone, per la consueta solfa che noi bergamaschi alla fin fine stiamo meglio tra noi, vuoi le usanze, vuoi la lingua o il naturale sospetto di una gente spesso dominata da stranieri, Venezia Vienna o Roma che sia. Per poi, rimasti soli, faticare a spiccar il volo, per carenza di rincorsa utile, o di cielo amico ove spiegare le ali. Il teatro, anche il teatro, è un indicatore di di intelligenza diffusa, di comunità sana. Ogni tanto giova ricordarlo: e se ce lo rammenta un uomo intelligente e al contempo concreto come Luigi a mio avviso bisogna dargli retta, o quanto meno ragionare su certa nostro scarsa propensione nel fare squadra e nel valorizzare quanto di bello sappiamo fare. Insomma: utilissimo e fiero bilancio il suo, a presente memoria. Per chi ha orecchie, e cuore.
 

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2014/11/succede-a-bergamo/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.