"Esperia", il mio nuovo romanzo

Il dottor Gianluigi Zecchin, il mio agente letterario, mi ha chiesto di preparare un risvolto di copertina del mio nuovo romanzo. Io ci ho provato, anche se devo dire che è veramente difficile per un autore condensare in poche righe due anni di lavoro, diciamo perlomeno 300 pagine. Il titolo del romanzo è “Esperia”, dal nome della prima automobile bergamasca, invidiata persino dalla Fiat. Le tre parti del libro si delineano tra il 1894 e il 1925, trent’anni di vita bergamasca, e sullo sfondo la grande storia nazionale. Quando sarà pubblicato?, chiederà qualcuno. Questo ancora non lo so, ma appena ci saranno novità sarete i primi a saperlo.

Due fratelli, Carlo e Dante Milesi. Un biciclista, il Curnis. E un fotografo, Romeo Scotti. Questa la stravagante combriccola di bergamaschi che nel maggio 1906 osa affrontare di nuovo William Cody, in arte Buffalo Bill. Dodici anni prima, infatti, l’eroe americano era già transitato da Bergamo con il suo circo, sfidando il biciclista a singolar tenzone.
Non ottenendo soddisfazione, l’orobica combriccola penserà bene di farla pagare all’eroe americano: la seconda sfida si gioca dunque su ben altro terreno, dove si staglia la figura di Gervasio Berlendis, regio commissario di Pubblica Sicurezza. Diversi anni dopo, i bergamaschi rinnoveranno il sodalizio, inaugurando un cinematografo: la via dell’arte si rivelerà lastricata di acciacchi e sorprese, coinvolgendo il pianista del locale e l’ultima figlia del Dante Milesi.
Tra auto d’epoca e famiglie complicate, terrazze fotografiche e film rigorosamente muti, “Esperia” racconta una storia di provincia picaresca e insieme delicata, scritta in una prosa briosa e felice, ricca di dialoghi e invenzioni.

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2010/01/esperia-il-mio-nuovo-romanzo/

9 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • ccalz il 3 Febbraio 2010 alle 15:39
    • Rispondi

    Caro anonimo, per l'editore è presto, o quanto meno sarebbe il caso di chiedere al mio agente, il dottor Zecchin. Per scaramanzia cerco di tenermi alla larga dalla cosa, onde evitare di far congetture una sull'altra, che lasciano il tempo che trovano. QUando mi dirà di qualche interesse, vedremo.Un saluto, e grazie per l'interessamento.

    • Anonymous il 3 Febbraio 2010 alle 15:05
    • Rispondi

    Complimenti! Si sa già anche l'editore? Ciao!

    • ccalz il 1 Febbraio 2010 alle 23:28
    • Rispondi

    Una risposta cumulativa per tutti voi che avete commentato: grazie di cuore per l'attesa, per la voglia di leggere la mia "Esperia". Anche a voce qualcuno mi ha detto che non vede l'ora, uno mi ha chiesto il dattiloscritto perché non resiste…Insomma, portate pazienza, appena possibile il romanzo uscirà, i tempi dell'editoria sono dannatamente lunghi, perché l'editoria è una faccenda artigianale travestita da industria, dove tutto accade pian piano, ed è già bello che accada. Quindi, non posso che ribadire: sate certi, il libro uscirà non appena possibile, nella veste editoriale che si meriterà. Per ora seguite il blog, dove avrete sempre informazioni di primissima mano. Un saluto.

    • Ermanno il 1 Febbraio 2010 alle 12:55
    • Rispondi

    Sei strabiliante.

    • Anonymous il 1 Febbraio 2010 alle 09:28
    • Rispondi

    Beh il tuo agente letterario è scorretto:
    non può farci venire questo prurito !!!!
    Ora vogliamo leggere tutto…….
    Complimenti, sarà un'altro sucesso.
    Giorgio

    • Margherita il 31 Gennaio 2010 alle 21:48
    • Rispondi

    Quanti ricordi in pochi secondi di lettura. Mi sembra di aver già letto il libro (parola di Umberto Eco). Non dirmi che la Sehnsucht piace pure a te!?

    • silvia il 31 Gennaio 2010 alle 16:45
    • Rispondi

    sicuramente incuriosisce,speriamo di non dover rimandare troppo il piacere di leggerlo:)

    • giorgio fontana il 31 Gennaio 2010 alle 16:27
    • Rispondi

    bravo, claudio, non vedo l'ora di leggerlo!

    • Leandro il 31 Gennaio 2010 alle 16:11
    • Rispondi

    congratulazioni claudio!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.