Pietre e poesia


 
Michael Grab è un artista americano e, a mio avviso, un poeta. Crea composizioni di pietra, i sassi in bilico chissà come sfruttando la forza di gravità e certe scanalature che solo lui sa individuare. Sculture ovviamente provvisorie, e altrettanto definitive, che sono magia per gli occhi e per la mente, suggestioni che richiamano i tempi lenti della natura, e accendono la riflessione interiore, la meditazione profonda. Il suo sito si chiama “Gravityglue”, ovvero colla di gravità, o qualcosa di simile. Nel video il giovane artista americano dimostra tutto il suo talento e la sua originalissima visione del mondo.
 

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2014/09/pietre/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.