A Ferruccio

Oggi se ne è andato Ferruccio Piazzoni, amico da lunga data. Nel suo stile, l’ha fatto all’improvviso, in anticipo sui tempi immaginati, anche se la malattia non gli avrebbe dato scampo, e lui lo sapeva bene. È stato il mio primo preside, poi compare di peripezie multimediali, infine collega per anni, tra la concessionaria di pubblicità del nostro gruppo e l’avventura di Bergamo on line. Come sempre costruiva, disfava, inventava, scombinava, arringava platee di giovani, dava l’esempio, indomito e irruente, ideava progetti talmente innovativi che al mondo non restava che adeguarsi. E intanto lui era già altrove, altri traguardi, altri massi da portare in cima al monte per poi assistere felice alla discesa, comunque necessaria per il consueto nuovo inizio. Energia pura, Ferruccio, mai domo, infinitamente vivo. Per lui conoscere i propri limiti era giusto il passo necessario per trascenderli con gusto e passione. E allora diamo una mano ai suoi cari, portiamocelo nel cuore: un pezzetto per uno, che ce n’è per tutti, eccome.

Aggiungi Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *