Ancora 100

Ieri ho pranzato con mia nonna, eccoci qui ritratti da mio figlio Marco. Lei ha per le mani un’orchidea, dono per i suoi primi 100 anni. Nota di servizio: la vegliarda ieri si è spazzolata un brasato con polenta che io non sono riuscito a finire. Poi è andata a nanna, dormendo come un bambino. Aveva proprio ragione Diderot, quando chiedeva al Signore il dono di una buona digestione.

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2010/01/ancora-100/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.