Di quella volta che Bill Gates ci premiò

L’Eco di Bergamo ci dedicò niente meno che la prima pagina, quel 4 ottobre 1997. La classe terza D del Liceo Classico Paolo Sarpi aveva infatti vinto il primo premio assoluto al concorso indetto da Microsoft per il miglior prodotto multimediale, diciamo un ipertesto o Cd-Rom che si fa prima. Sì, con il nostro progetto …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/quella-volta-che-bill-gates-ci-premio/

Al Louvre con una prostituta

«Tutti gli imbecilli della borghesia che pronunciano continuamente le parole: immorale, immoralità, moralità nell’arte e altre bestialità mi fanno pensare a Louise Villedieu, prostituta da cinque franchi, che accompagnandomi una volta al Louvre, dove non era mai stata, si mise ad arrossire, a coprirsi la faccia, e tirandomi a ogni momento per la manica, mi …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/al-louvre-con-una-prostituta/

I topi non avevano nipoti

Topi con tanto di nipoti nel titolo, un gatto come miniatura nella preview che diventa Cagnaccio artista nel post, autore di una donna che si trucca allo specchio: penserete che stia facendo un po’ di confusione. Sarà, ma quando il tema sono i palindromi – ovvero le frasi che lette in senso inverso mantengono immutato …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/i-topi-non-avevano-nipoti/

Il quotidiano e lo straordinario

L’idea non era mia, ma dell’artista Matteo Rubbi, che ai tempi in cui lavoravo a L’Eco mi propose una provocazione tanto divertente quanto ardita. In occasione dei 50 (oggi 60…) anni dall’impresa di Gagarin, perché non ristampare il giornale dell’epoca, proprio quella di cui in alto campeggia la prima pagina? Tutto qui? Eh no: la …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/il-quotidiano-e-lo-straordinario/

Il nome proprio

Questo racconto inedito è dedicato alla gente della mia terra, Bergamo. Da noi in paese di Rota ce ne sono così tanti che hanno tutti un soprannome, sennò va a finire che ci si confonde. I Rota Tacc, per dire, neanche i vecchi delle volte sanno bene dove arrivano i parenti e dove cominciano quelli …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/il-nome-proprio/

Razzente

A parer mio, è una delle espressioni più affascinanti – e misteriose – di tutta la lingua italiana. Razzente, significa frizzante e viene riferito prevalentemente al vino. Per estensione, racchiude tutto ciò che ha un aroma profondo e penetrante; ma migra anche in direzione meteorologica: «rovesci razzenti» (Faldella) suona assai meglio del più ovvio “pioggia …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/razzente-2/

Pasqua 1911, il primo volo su Bergamo

«Il buon pubblico bergamasco sarà chiamato ad assistere ad uno dei più grandi, magnifici ed emozionanti spettacoli che si siano fino ad ora avuti sul bel cielo di Bergamo. Dovunque è fervore di vita e d’aspettazione». Così il foglio locale nel presentare il «triduo aviatorio», che tra il 16 e il 18 aprile 1911 calamitò …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/pasqua-1911-il-primo-volo-sul-cielo-di-bergamo/

La benedizione delle uova

Giovedì sera le campane sono state legate, torneranno a far sentire la loro voce soltanto domani. Oggi, Sabato Santo, la tradizione prevede – o forse dovremmo parlare al passato – la benedizione delle uova colorate. Un tempo le si faceva bollire con barbabietole o cipolle per ottenere il rosso, malva o salvia per il verde, …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/per-pasqua/