Categoria: poems

Poesie con titoli

Per celebrare come si conviene la Giornata mondiale del libro, scartoffiando nella mia biblioteca ho composto una poesia dorsale, ovvero un testo costituito dai titoli di 16 libri di letteratura russa, più un intruso. Segue il poema, con tanto di a capo per scandire il ritmo e scomporre quanto basta i titoli originali. Due quesiti …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/04/insalata-russa-di-libri/

Un passo sulle scale

L’altro giorno ho chiacchierato a lungo con un ex alunno, Massimo Pedrini. E intanto che snocciolavamo i rispettivi destini, lui in quel di Parigi, io ovviamente stanziale, sono andato in cerca del suo primo libro di poesie, «Io sono la mia rivoluzione», nel 2010 ne avevo scritto qui. Sorpresa! Dentro il libro scopro alcuni fogli …

Continua a leggere

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2021/03/un-passo-sulle-scale/

Stilografica

L’indice poggia sullo scalmo, dosa il segno: così la stilografica secerne le parole. E il pensiero si china sulla carta.  

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2020/03/stilografica/

Ode alla moka

                                Speculari, due tronchi di cono formano la moka, stretta in vita la polvere scura. Il filtro pesca l’acqua in superficie nera.  

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2020/03/ode-alla-moka/

Elogio del frigo

A intervalli regolari il frigorifero si scuote, un sussulto precede il moto. Quanto basta, poi tace. Lavora di conserva.  

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2020/03/elogio-del-frigo/

Bicchiere

Strana la natura del bicchiere: di lato moltiplica lo sguardo, dal fondo tutto piega a miniatura. Assume il colore di quel che contiene, ma lo plasma a sua misura. Non sempre quel che è trasparente è chiaro.  

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2020/03/bicchiere/

La doccia

Uno svelto brandello di vita da questa necessaria reclusione.     La vita non puoi miscelare come doccia, la ricerca ripetuta della dose e del calore rinvia il contatto. Il vetro trasuda geroglifici a vapore: nell’alveo stillante un temporale privato si consuma.  

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2020/03/la-doccia/

Il cucchiaio

    In questi giorni di spontanea reclusione, riscopro la casa nelle sue minime espressioni. Roba poetica, forse. Una raccolta che intitolerei «Dimora».           La magia del cucchiaio è presto detta: un lato capovolge, l’altro deforma. Questo specchio da tavola infedele alimenta visioni.  

Permalink link a questo articolo: https://www.claudiocalzana.it/2020/03/il-cucchiaio-3/