Esperia, la trama

Bergamo, anno di grazia 1906. Uno scombinato quartetto di amici lancia il guanto di sfida nientemeno che al colonnello William Cody, alias Buffalo Bill, a quell’epoca in tournée per il Vecchio Continente con il suo leggendario “Wild West Show”. Un’impresa quanto meno temeraria per chiunque, figuriamoci per quei quattro mal assortiti compari (circondati da un variopinto drappello di figure femminili): il Curnis, ciclista orobico sconfitto dodici anni prima da Buffalo Bill a cavallo, e dunque smanioso di rivincita; Romeo Scotti, fotografo e damerino sempre di bianco vestito; Carlo Milesi, prestinaio in Città Alta, nonché vigile del fuoco volontario; e suo fratello Dante, “cervello” della sgangherata combriccola e meccanico nell’officina che ha dato vita a una strepitosa automobile dal nome curioso, Esperia. La sfida dei bergamaschi all’americano avrà un epilogo rocambolesco e colorato di “giallo”, con il perentorio ingresso in scena di Gervasio Berlendis, regio commissario di Pubblica Sicurezza.
 

Permalink link a questo articolo: http://www.claudiocalzana.it/esperia-la-trama/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.